Contatto

  • Via Como, 9 - 21100 - Varese
  • E-mail: info@asiloveratti.it
  • Tel / Fax: 0332.283113
  • P.Iva: 01583680127
  • C.F.: 80005650124 

logo

IL GIARDINO DEI SUONI

LABORATORIO DI EDUCAZIONE MUSICALE

RIVOLTO AI BAMBINI DI 5 ANNI – “FARFALLE”

 

IL GIARDINO DEI SUONI

PREMESSA               

Qualsiasi esperienza musicale, come l’ascolto, la produzione cantata o strumentale, l’animazione e il movimento con la musica, diventa per i bambini occasione di socializzazione e ausilio per una crescita nell’interesse e nella disponibilità verso gli altri perché il primo gesto per accostarsi alla musica è quello di condividerla con gli altri.

 

La musica ha un grande valore come occasione di gioco, lontana da qualsiasi nozionismo e invece ricca di spunti ludici e creativi: coi suoni si inventano  storie, si creano nuovi spazi di divertimento da condividere con gli altri, si sviluppano la creatività e il senso estetico.

Educare con la musica è un’attività formativa completa, che permette di sviluppare molte competenze comuni a tutti gli ambiti di esperienza, nonché il coordinamento audio-oculo-motorio e le capacità attentive in genere.

MAESTRE REFERENTI - Anna, Gigia, Alessandra e Lucia


FINALITÀ

-         Affinare la capacità di ascolto

-         Stimolare un’immagine positiva di sé

-         Promuovere la relazione con i compagni

-         Sviluppare il gusto estetico e la sensibilità musicale

 

OBIETTIVI FORMATIVI

-         Riconoscere la voce come strumento musicale e imparare a controllarne l’uso

-         Scoprire notazioni intuitive partendo da facili simbolizzazioni e partiture informali per arrivare a saper riconoscere alcune note e simboli della scrittura musicale tradizionale

-         Riconoscere l’altezza dei suoni anche attraverso la gestualità per cantare intonato

-         Scandire la pulsazione ritmica attraverso il movimento del corpo e l’utilizzo di strumenti musicali ritmici

-         Utilizzare lo strumentario Orff, tastiere – xilofono e campane tubolari intonate

-         Scoprire facili valori ritmici e saperli riprodurre

-         Saper intonare facili canti ritrovando in essi note e ritmi già conosciuti

-         Riconoscere le caratteristiche musicali come intensità, timbro e altezza    

METODOLOGIA

Ad ogni incontro verrà presentato uno o più argomenti del linguaggio musicale. Gli argomenti verranno compresi e assimilati dai bambini sperimentando e provando a farli propri attraverso esperienze di gioco animato, attraverso l’uso degli strumenti musicali e la simbolizzazione grafica. Tali simboli verranno di volta in volta presentati proiettati in grande attraverso l’uso del proiettore e del programma del computer PowerPoint.

 PROGETTAZIONE DELLE ATTIVITÀ

I bambini saranno divisi in due gruppi. Ogni gruppo si avvarrà della presenza di due maestre. In un gruppo ci sarà la maestra Anna e nell’altro la maestra Gigia che gestiranno gli incontri incentrati su di uno stesso argomento, singolarmente attraverso l’ausilio di musica registrata o musica dal vivo suonata con la tastiera nel caso della maestra Anna. Ad affiancare Anna e Gigia ci saranno Alessandra e Raffaella. Ciascun incontro è diviso in due momenti distinti: una parte di percezione della musica a livello motorio e esperienziale e un’altra parte di produzione sonora e lettura dei simboli musicali. Avverrà ad esempio che un gruppo, accompagnato dalla maestra Alessandra o dalla maestra Raffaella, per la prima mezz’ora starà in salone con la maestra Gigia a comprendere l’argomento musicale attraverso l’animazione corporea, il movimento o un’esperienza pratica, e per l’altra mezz’ora si sposterà nell’aula di musica dove assieme alla maestra Anna suonerà gli strumentini, intonerà i canti, scriverà e leggerà i simboli musicali. In contemporanea l’altro gruppo seguirà le stesse attività ma invertite nell’ordine. La maestra Alessandra affiancherà e farà da tutor sempre allo stesso gruppo il gruppo per l’intero percorso, e la maestra Raffaella accompagnerà l’altro gruppo.

SPAZI   Aula Lilla e parte del salone

TEMPI   Da gennaio a aprile 2013 a cadenza settimanale ogni giovedì dalle 10.00 alle 11.00


ARGOMENTI

1. Caratteristiche principali dell’espressione musicale

 - piano e forte: leggero e pesante/ piccolo e grande

 - lento e veloce: largo e stretto/ pochi e tanti

 - melodia e armonia: una sopra l’altra

 - grave e acuto: andando su e giù

 - legato e staccato: coccole e solletico

 - accelerando e rallentando: il treno parte…

 - crescendo e diminuendo: la manopola del volume

 

2. Ritmi

 - il beat: le pulsazioni del camminare o del danzare

 - ritmica: “TA”, “TI TI” e “sch”

 

3. Logica di base del fraseggio

 - suoni e pause: anche la musica respira

 - frasi lunghe e corte: tanto e poco

 - domanda e risposta: parliamo tra noi due

- inizio e fine, tensione e riposo: apri e chiudi

 

4. Notazione

- Alcune note della scala musicale “colorata”

 

5. Repertorio di canti legati al percorso musicale.

VERIFICA    Sarà costituita dalle produzioni sonore, dalla capacità di discriminazione dei simboli e delle notazioni, dalla coordinazione motoria, nonché dall’assimilazione dei canti che andranno a costituire un repertorio.

Progetti eLaboratori

Error: No articles to display

Dark Light

color1 color2 color3 color4 color5 color6

Content Copyright: Asilo Veratti | Project Copyright: Varese.Net